Le galassie M81 e M82 nell’Orsa Maggiore. Credit: ESA/Hubble

Verso la fine del mese il pianeta Giove risulta osservabile in modo proficuo solo dopo le 22:30. Con i telescopi dell’Osservatorio Astronomico possiamo ammirarne le bande equatoriali e i satelliti maggiori. 

Ad est brilla con un colore ramato la gigante arancione Arturo, alla base della costellazione del Bootes o Bovaro, mentre a nord culmina in tutta la sua magnificenza l’Orsa Maggiore, che contiene al suo interno il famoso asterismo del Grande Carro

Segnaliamo che sabato 28 la Luna sarà quasi Piena e ad alcuni gradi a Ovest di Spica, la brillante stella della Vergine

La Via Lattea in questa stagione appare visibile solo alla fine della notte; è il periodo ideale per individuare in prima serata le galassie esterne alla nostra. Con i riflettori dalla Terrazza Didattica si scorgeranno nella costellazione del Leone le deboli galassie M65 e M66, alla distanza di circa 35 milioni di anni luce, e nella grande Orsa M81 (la Galassia di Bode) e M82 (la Galassia Sigaro), una bella coppia di oggetti a circa 12 milioni di anni luce dalla Terra.

A cura di Paolo Recaldini