La nebulosa M16 (By Ngc1535 [CC BY-SA 4.0 from Wikimedia ])
In questo mese continua il “carosello” dei tre pianeti più interessanti da osservare ai telescopi dell’Osservatorio Astronomico.

Giove, il gigante del Sistema solare, è infatti visibile con soddisfazione nella prima parte della nostra serata osservativa, mentre Saturno continua a dare spettacolo di sé nel Sagittario con i suoi anelli ben visibili nei nostri strumenti. Marte, il pianeta rosso, si può osservare un po’ più ad est nella costellazione del Capricorno.

In questo mese spettacolare è la visione della Via Lattea, con le sue nubi stellari già visibili in prima serata. Nella parte meridionale della costellazione del Serpente, ossia nella sua coda, si potrà ammirare attraverso i telescopi dell’Osservatorio M16, una nebulosa diffusa alla distanza di circa 7000 anni luce che contiene un ammasso di stelle di grande massa.

Nelle notti dal 10 al 13 agosto, nell’ambito dell’evento Etoiles et Musique 2018, organizzato presso il nostro Planetario di Lignan e l’Osservatorio Astronomico, si potranno vedere le Perseidi, le celebri meteore chiamate dalla tradizione “lacrime di S. Lorenzo”. 

Tra gli altri oggetti che arricchiranno la serata abbiamo M13, il grande ammasso globulare in Ercole e, poco distante, la luminosa Vega, una delle tre stelle brillanti che formano l’asterismo (disegno di stelle) del Triangolo Estivo.

A cura di Paolo Recaldini